Sabato 12 novembre ore 21 (Abbonamento Turno “B”)
Domenica 13 novembre ore 16,30 (Abbonamento Turno “D)
Arca Azzurra Teatro 

Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci in:

IL FILO DELL’ACQUA

di Francesco Niccolini

Regia di: Roberto Aldorasi e Francesco Niccolini

Alcune immagini dell'alluvione che ha completamente sommerso la citt‡ di Firenze creando dei danni irreparabili. L'alluvione del 1966 Ë l'ultima di una serie di esondazioni del fiume Arno che hanno nel corso dei secoli mutato il volto della citt‡. Avvenuta nelle prime ore del 4 novembre 1966 in seguito di un'eccezionale ondata di maltempo, fu uno dei pi˘ gravi eventi alluvionali accaduti in Italia, e causÚ forti danni non solo a Firenze ma in gran parte della Toscana e pi˘ in generale tutto il paese. Diversamente dall'immagine che in generale si ha dell'evento, l'alluvione non colpÏ solo il centro storico di Firenze ma l'intero bacino dell'Arno, sia a monte sia a valle della citt‡.

A 50 anni dall’alluvione del 1966, a Firenze e in Toscana, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci salgono sul palcoscenico del Garibaldi per raccontare una storia che ha accomunato diverse città d’Italia, da Genova a Carrara, da Milano a Parma, da Vicenza a Padova, senza dimenticare Firenze. Era il 4 novembre 1966 quando l’Arno si rese protagonista di una guerra, seminando fango, provocando danni ma, allo stesso tempo, attivando una straordinaria rete di solidarietà, supportata da tutti coloro che passarono alla storia come “Angeli del fango”. E dalle cronache di quei giorni (24 ore di pioggia, che sommersero la città con cinque metri d’acqua) che prende le mosse lo spettacolo. Una vera e propria riflessione su come, oggi come allora, la situazione sia rimasta immutata, in termini di prevenzione e su cosa c’è da fare per evitare che, ancora una volta, si dia colpa all’acqua per l’ennesima distruzione .

La Compagnia Arca Azzurra Teatro torna per la quinta volta al Teatro Garibaldi di Figline, per questo spettacolo sul tema dell’alluvione. Era già stata presente nella stagione teatrale 1990-91, quando portò in scena “La provincia di Jimmy”, nel 2000-2001, quando si esibì in “La Clizia”, nel 2011-12 con lo spettacolo”L’Abissina. Paesaggio con figure”, nel 2013-14 con “Il Principe” e nel 2014-15 con “La paura” e “Il malato immaginario”.