Record abbonamenti 2018.2019

Stagione da record per il Teatro comunale Garibaldi, che, a dieci giorni dalla chiusura della campagna abbonamenti fa registrare il secondo record nelle ultime tre stagioni. Perché già nel 2016/2017 le tessere di prosa vendute furono 759, un +18 rispetto al 2010/2011 che confermò come la programmazione del teatro figlinese fosse una delle più apprezzate del Valdarno, e non solo.

Ma quest’anno è stato stabilito un nuovo primato: gli abbonamenti di prosa sono schizzati a 856 e sono aumentati anche quelli di concertistica, passati dai 105 dello scorso anno agli attuali 114.

I turni più apprezzati dagli spettatori sono A-C con 483 abbonati; sono invece 373 per il turno B-D, per il quale c’è ancora tempo per abbonarsi fino al 25 novembre. Sottoscrizioni non ancora chiuse anche per la concertistica: la scadenza è infatti fissata al 14 dicembre, data del concerto inaugurale con l’Orchestra della Toscana e il violinista Henning Kraggerud diretti da Thomas Dausgaard.

E dal botteghino del Garibaldi continuano ad arrivare ottime notizie: il primo spettacolo di prosa in cartellone (Vincent Van Gogh interpretato da Alessandro Preziosi) ha ottenuto ottime critiche e applausi lunghissimi dal pubblico in sala. Il dato qualitativo è anche supportato da quello quantitativo, visto che lo spettacolo, con 804 paganti, è il terzo più visto da quanto la stagione è tornata su due serate di rappresentazione (il secondo è “Calendar Girls” con Angela Finocchiaro, 868 paganti; i primo è “Due” con la coppia Bova-Francini, 916 paganti).

“Battere un record può essere anche una concomitanza di vari fattori – ha commentato l’assessore alla Cultura, Lorenzo Tilli – ma stabilire un primato per due volte in tre anni è il segnale che l’offerta del Teatro Garibaldi è davvero apprezzata. Questo è il frutto di tanto lavoro, di scelte, di politiche di promozione del teatro anche in un pubblico giovanile: di tutto questo ringrazio il mio predecessore, Mattia Chiosi, perché in questi quattro anni ha lavorato per far sì che il teatro diventasse più popolare e quindi sempre più frequentato. Credo che questi 115 abbonamenti in più rispetto al 2010/2011 siano in gran parte merito suo, oltre che ovviamente dell’Ufficio Cultura”.

Tutte le informazioni su spettacoli, abbonamenti, prezzi dei singoli eventi si trovano sul sito internet www.teatrogaribaldi.org.

Pubblicato in News