Le 759 tessere staccate nel 2016/2017 infrangono primato 2010/11 (741). E ora i biglietti si acquistano anche online

Si è chiusa con un record assoluto la campagna abbonamenti per la stagione di prosa 2016/2017 del Teatro Garibaldi. Le 759 tessere staccate abbattono infatti il primato del 2010/11, quando al comunale di Figline gli abbonamenti furono 741.

Numeri che indicano il successo delle importanti novità introdotte a partire dalla scorsa stagione, come la soppressione dello spettacolo del venerdì in favore di una programmazione più ampia (da 6 spettacoli si è passati a 10) e la possibilità di acquistare online i biglietti per le singole rappresentazioni (su www.boxol.it e www.teatrogaribaldi.org).

“Sono risultati davvero entusiasmanti – ha commentato l’assessore alla Cultura, Mattia Chiosi -, la nostra proposta di una cultura più popolare, accessibile a tutti e a prezzi contenuti è stata premiata. Ringraziamo quindi i cittadini della fiducia e confermiamo il nostro impegno a valorizzare il Teatro Garibaldi con spettacoli di alto livello e servizi al passo con i tempi, solo così la cultura potrà essere un elemento di coesione e di confronto all’interno della comunità”.

E al Teatro Garibaldi il meglio deve ancora arrivare. Nei prossimi mesi sul palco saliranno infatti volti noti del piccolo e grande schermo, come Federico Buffa (a Figline il 25 e il 26 febbraio con il suo storytelling sulle Olimpiadi del 1936), Amanda e Stefania Sandrelli (in scena con “Il bagno” il 18 e il 19 marzo), Francesco Pannofino (con i “Suoceri albanesi”, l’8 e il 9 aprile) e Raoul Bova con Chiara Francini (con “Due” il 28 e 29 marzo).

I biglietti per i singoli spettacoli, come sempre, si acquistano direttamente in biglietteria, presso tutti i box informazioni Unicoop Firenze e da quest’anno anche online attraverso il Circuito BoxOffice.

Per maggiori informazioni sulle agevolazioni promosse dall’Assessorato alla Cultura è possibile consultare la sezione “Biglietteria” di questo sito.

Pubblicato in News